Soir de Lune,
una scia conturbante e voluttuosa
Fragranza sensuale e sofisticata, Soir de Lune è un profumo per conoscitori. Di quelli che Isabelle e Hubert d’Ornano amano lavorare in piccoli tocchi, come un quadro.

Un profumo nato da un progetto abbozzato tra altri. Una formula floreale e chypre, che Isabelle d’Ornano aveva sognato affrancato dalle tendenze. Una scia che si svela alla perfezione solo sulla pelle. Isabelle e Hubert d’Ornano non hanno negato nulla a questa fragranza d’eccezione, realizzata con le migliori materie prime, senza vincoli di prezzo. Un gioiello cesellato con passione, senza compromessi. Il frutto di sei anni di lavoro.
Una firma elegante, sensuale, bella e lontana come la luna.
- Hubert d’Ornano
Un magnifico profumo fiorito,
chypre moderno
Soir de Lune 30 ml

La gamme Soir de Lune

Un profumo chypré fiorito, moderno e romantico.

Profumo donna - chypré, floreale, gourmand

Contenuto: 30 ml

Nuovo prezzo 106,00 €

Lo scrigno Soir de Lune
Isabelle e Hubert hanno scelto per questo elisir uno scrigno pregiato, impreziosito da un bouchon-scultura firmato dall’artista polacco Bronislaw Krzysztof, con una confezione che richiama una notte stellata, bianca e glitterata, una notte di festa.
Una passeggiata inebriante
Questo spartito notturno si svela con lenta sensualità, ricco degli ultimi spiragli di sole e di aromi agrumati di bergamotto. Sotto un cielo purpureo vibrano caldi accenti speziati, preludio a questa inebriante passeggiata al chiaro di luna. Nei giardini, la rosa centifolia si unisce al gelsomino e alla mimosa in un sensuale abbraccio, arrotondato da un tocco di pesca e avvolto da un velo di iris. Nel cuore della notte, l’accordo chypre si schiude languido attorno al muschio di quercia e alle nuance scure del patchouli, definiti da muschi e da un vellutato legno di sandalo.
Soir de Lune
Edizione limitata
Come un pegno d’amore, gli astri si trasformano in diamanti e illuminano con i loro riflessi argentati l’emblematico flacone di Soir de Lune, per l’occasione laccato di un blu notte platino, per donare nuova luce alla grafica rivisitata da Isabelle d’Ornano.